ASD CITTA' DI MILANO

La Squadra di Beach Soccer di Milano

Beach Soccer: il futuro è adesso!

Il beach soccer è la trasposizione estiva dello sport più praticato in Italia, il calcio, inserito in una cornice che ne moltiplica la spettacolarità. Le giocate al volo e l’agonismo che si respirano nel beach stadium fanno di questo sport un grande protagonista degli sport da spiaggia.
Nato in Brasile, sulla spiaggia di Copacabana, il beach soccer dal 2005 è riconosciuto tra le competizioni ufficiali della F.I.F.A. (Federation International Football Association) così come in Italia, dove la F.I.G.C.-L.N.D. ha ufficialmente attivato uno specifico dipartimento, che si occupa della gestione ed organizzazione tecnico sportiva di tutta l’attività ufficiale.
Il 2015 è stata una stagione fondamentale per la consacrazione del beach soccer nel mondo dello sport. Oltre alla decima edizione del Mondiale FIFA (manifestazione di punta per qualsiasi sport legato al calcio) ed agli Europei di categoria, la disciplina sportiva ha raggiunto il grande traguardo della partecipazione ai Primi Giochi Olimpici Europei ed ai Giochi del Mediterraneo.
La passione per questo sport sta crescendo anno dopo anno come l’attenzione del mondo su di esso. Dagli inizi ad oggi il numero di nazioni e di competizioni ufficiali per le nazionali e i club è aumentato per numero e competitività.
Il Beach Soccer sta diventando ufficialmente uno degli sport più riconosciuti a livello mondiale.
NAZIONALE ITALIANA MASCHILE

EURO BEACH SOCCER LEAGUE
2018, 2005 – Primo posto
2021, 2022 – Terzo posto

GIOCHI OLIMPICI EUROPEI
2015 – Medaglia argento

GIOCHI DEL MEDITERRANEO
2019 – Medaglia d’oro

MONDIALI
2019 – secondo posto

ANOC WORLD BEACH GAMES
2022 – quinto posto (qualificata a BALI 2023)

NAZIONALE ITALIANA FEMMINILE

EURO BEACH SOCCER LEAGUE
2022 – secondo posto

ANOC WORLD BEACH GAMES
2022 – quarto posto (qualificata a BALI 2023)

Le regole

La superficie deve essere composta di sabbia, livellata, senza sassi, conchiglie e qualsiasi altro oggetto che possa provocare infortuni ai calciatori.

Dimensioni del Rettangolo di Gioco: lunghezza 35-37 metri e larghezza 26-28 metri. Tutte le linee hanno una larghezza di 10 cm, e sono fatte con un nastro colorato che contrasti con quello della sabbia (preferibilmente blu). Il rettangolo di gioco è diviso in due metà da una linea immaginaria indicata da due bandierine rosse situate all’esterno del rettangolo di gioco. Il centro di questa linea immaginaria è il punto d’inizio ed alcuni calci di punizione. L’area di rigore è di 9 metri dalla linea di porta ed è indicata da due bandierine gialle situate in prossimità di ogni linea laterale all’esterno del rettangolo di gioco ad una distanza che va da 1 a 1,5 metri e le aste delle bandierine devono essere alte almeno 1,5 metri. La zona delle sostituzioni è situata davanti al tavolo del cronometrista e misura un totale di 5 metria 2,5 metri per lato dalla linea immaginaria del centrocampo vengono posti dei segni ad indicare l’area delle sostituzioni. Le porte devono avere le seguenti misure: 5,50 metri larghezza e 2,20 metri altezza, profondità 1,5 metri. Dei segni devono essere posti sulla linea di porta e sulla linea laterale, a 6 metri da ogni angolo (1 metro area d’angolo + 5 metri distanza), in modo da assicurare che i calciatori avversari rispettino la distanza di 5 metri quando viene effettuato un calcio d’angolo. Dei segni devono essere posti sulla linea laterale dalla parte opposta alle panchine, a 5 metri dall’immaginaria linea di centrocampo, sulla destra e sulla sinistra, ad indicare la distanza minima che deve essere osservata nell’effettuazione dei calci d’inizio. Dei segni devono essere posti su ogni linea laterale, all’altezza delle linee immaginarie dell’area di rigore, per aiutare gli arbitri ad individuare le aree di rigore. Fare segni sulla sabbia è proibito in caso di infrazione il calciatore colpevole sarà ammonito e verrà assegnato un calcio di punizione a favore della squadra avversaria, nel punto immaginario del centrocampo (se è avvenuta nella propria metà campo) o nel punto dell’infrazione.

Il pallone è fatto di cuoio o di altro materiale approvato. Ha una circonferenza compresa tra 68/70 cm e il peso tra 400/440 gr. Se il pallone scoppia o si danneggia durante il gioco, la partita va interrotta e l’Arbitro eseguirà una sua rimessa nel punto del centrocampo. Se invece scoppia durante una ripresa di gioco, la stessa dovrà essere ripetuta.

La gara è giocata da due Squadre, formate ciascuna da un massimo di cinque Calciatori, uno dei quali nel ruolo di Portiere. Una gara non può avere inizio se l’una o l’altra squadra è composta da meno di tre calciatori.

Competizioni ufficiali
Possono essere utilizzati un massimo di sette calciatori di riserva in tutte le partite disputate in una competizione ufficiale sotto l’egida della FIFA delle Confederazioni o di una Federazione nazionale. Il Regolamento della competizione deve stabilire quanti calciatori di riserva possono essere inseriti negli elenchi ufficiali di gara fino ad un massimo di sette. Il numero di sostituzioni ammesse durante una gara è illimitato.

Altre gare
Nelle gare delle squadre Nazionali “A”, possono essere utilizzati fino ad un massimo di dieci calciatori di riserva.

Sostituzioni

Un Calciatore sostituito può partecipare nuovamente al gioco, sostituendo a sua volta un altro Calciatore. Una sostituzione può essere sempre effettuata, con il pallone in gioco o non in gioco e devono essere osservate le seguenti condizioni:

  • il calciatore sostituito deve uscire dal rettangolo di gioco oltrepassando la linea laterale nella zona delle sostituzioni, fatte salve le eccezioni previste dalle Regole del Gioco del Beach Soccer;
  • il calciatore di riserva deve entrare dopo che il calciatore sostituito abbia lasciato il rettangolo di gioco;
  • il calciatore di riserva deve entrare dalla zona delle sostituzioni;
  • la sostituzione si concretizza quando il calciatore di riserva entra sul rettangolo di gioco attraverso la zona delle sostituzioni dopo aver consegnato la pettorina al calciatore che sta sostituendo, a meno che questi stia uscendo dal rettangolo di gioco attraverso un’altra zona per qualsiasi ragione prevista dalle Regole del Gioco del Beach Soccer. In tal caso il calciatore di riserva deve consegnare la pettorina al terzo arbitro;
  • da quel momento il calciatore di riserva diventa titolare e il calciatore da lui sostituito cessa di esserlo;
  • il calciatore sostituito può ulteriormente prendere parte alla gara;
  • i calciatori di riserva sono sottoposti all’autorità e alla giurisdizione degli Arbitri, indipendentemente dal fatto che siano chiamati o no a partecipare al gioco;
  • se un periodo di gioco è prolungato per consentire l’esecuzione di un calcio di rigore o di un calcio di punizione, non si permette nessuna sostituzione, con l’eccezione del portiere difendente o del giocatore incaricato del tiro che risultasse infortunato in modo tale da non poter eseguire il calcio di rigore o il calcio di punizione;
  • il cronometro non deve essere fermato durante la
    procedura della sostituzione, se il pallone è in gioco.

Cambio dei portieri

  • ciascun calciatore di riserva può prendere il posto del portiere senza informare gli arbitri o attendere un’interruzione di gioco;
  • ciascun calciatore titolare può assumere il posto del portiere;
  • il calciatore titolare che cambia il ruolo con il portiere deve farlo durante un’interruzione di gioco e deve informare gli arbitri prima che il cambio sia eseguito;
  • un calciatore titolare o un calciatore di riserva che cambia il ruolo con il portiere deve indossare una maglia da portiere con il proprio numero sulle spalle.

Infrazioni e sanzioni
Se, durante l’effettuazione di una sostituzione, un calciatore di riserva entra sul rettangolo di gioco prima che il calciatore che sta sostituendo ne sia completamente uscito o, durante l’effettuazione di una sostituzione, non entra dalla zona delle sostituzioni:

  • gli arbitri interrompono il gioco;
  • gli arbitri ammoniscono il calciatore per aver infranto la procedura della sostituzione e gli ordinano di lasciare il rettangolo di gioco

Se, durante l’effettuazione di una sostituzione, il calciatore che sta per essere sostituito esce da un punto che non sia quello della zona delle sostituzioni, per ragioni non previste nelle Regole del Gioco del Beach Soccer:

  • gli arbitri interrompono il gioco (sebbene non immediatamente se possono applicare il vantaggio);
  • gli arbitri ammoniscono il calciatore per aver infranto la procedura della sostituzione, dopo avergli ordinato di rientrare nel rettangolo di gioco. Se il suo sostituto è già entrato nel rettangolo di gioco, gli arbitri per prima cosa ordinano a questi di uscire dal rettangolo di gioco, una volta fatto questo ordinano al giocatore che doveva essere sostituito di entrare nel rettangolo di gioco per
    ammonirlo.

Se gli arbitri hanno interrotto il gioco, questo sarà sempre ripreso con un calcio di punizione in favore della squadra avversaria.

I calciatori devono indossare i pantaloncini e la maglietta con le maniche. Eventuali scaldamuscoli o sottomaglie devono avere il colore principale rispettivamente dei pantaloncini e delle maniche delle maglie. Non è consentito l’uso di scarpe e parastinchi, né di fasciature rigide e qualsiasi tipo di monile, bandane, orologi, anelli. È consentito l’uso di cavigliere elastiche, di occhiali e maschere protettive purché non siano pericolose per sé o per gli avversari. In caso di inadempienza il calciatore colpevole dovrà uscire e regolarizzare il suo abbigliamento.

Ogni gara si disputa sotto il controllo di due Arbitri ai quali è conferita l’autorità necessaria per far rispettare le Regole del Gioco nell’ambito della gara che sono chiamati a dirigere, dal momento in cui giungono nel luogo dove è ubicato il campo di gioco al momento in cui se ne sono allontanati definitivamente.

Per ogni gara sono designati un Cronometrista ed un Terzo Arbitro. Essi saranno situati all’esterno del rettangolo di gioco, all’altezza della linea mediana immaginaria, sullo stesso lato della zona delle sostituzioni. Il Cronometrista ed il Terzo Arbitro saranno provvisti di un adeguato cronometro dalla Federazione o dalla Società sotto la cui responsabilità è disputata la gara.

La durata della gara è stabilita in tre eguali periodi di 12 minuti ciascuno, a meno che una diversa durata sia stata convenuta di comune accordo tra l’arbitro e le due squadre. Ogni accordo di modificare la durata dei periodi di gioco deve essere fatto prima dell’inizio della gara e deve essere conforme al regolamento della competizione.

I calciatori hanno diritto ad un intervallo tra i periodi di gioco. L’intervallo tra i periodi non dovrà superare i tre minuti. La durata dell’intervallo tra i periodi può essere modificata soltanto con il consenso dell’arbitro.

Viene fatto un sorteggio con una moneta e la squadra che vince il sorteggio decide la direzione in cui attaccare nel primo periodo della gara. L’altra squadra esegue il calcio d’inizio della gara. La squadra che vince il sorteggio di inizio gara eseguirà il calcio d’inizio del secondo periodo di gioco.
Nel secondo periodo di gioco, le squadre invertono la loro disposizione sul rettangolo di gioco e attaccano nella direzione opposta.
Prima del terzo periodo di gioco, il sorteggio con una moneta viene ripetuto e la squadra che vince decide se attaccare in una certa direzione nel terzo periodo di gioco o se effettuare il calcio di inizio.

In caso di tempo supplementare, la squadra che non ha effettuato il calcio di inizio nel terzo periodo di gioco lo farà nel tempo supplementare; le squadre invertiranno le rispettive metà del rettangolo di gioco ed attaccheranno nella direzione opposta.

Il calcio di inizio 

Il calcio d’inizio è un modo di iniziare o riprendere il gioco:

  • all’inizio della gara
  • dopo che è stata segnata una rete
  • all’inizio del secondo e del terzo periodo di gioco
  • all’inizio del tempo supplementare, ove previsto

Una rete non può essere segnata direttamente su calcio d’inizio.

Procedura

  • Tutti i calciatori devono trovarsi nella loro metà del rettangolo di gioco
  • I calciatori della squadra che non batte il calcio d’inizio devono posizionarsi ad una distanza di almeno 5 metri dal pallone fino a quando questo non sia in gioco
  • Il pallone deve essere posizionato nel punto immaginario del centrocampo
  • L’arbitro situato sulla linea laterale opposta a dove sono ubicate le panchine da il segnale per l’esecuzione del calcio d’inizio
  • Il pallone è in gioco non appena è stato calciato e si è mosso in avanti o, se è stato calciato indietro, non appena è stato calciato in avanti ed al volo da un compagno del calciatore che ha effettuato il calcio d’inizio, prima che il pallone abbia toccato la sabbia.

Pallone non in gioco
Il pallone non è in gioco quando:

  • ha interamente oltrepassato la linea laterale o la linea di porta, sia in terra sia in aria;
  • il gioco è stato interrotto dagli arbitri;
  • tocca la copertura se si gioca in un campo coperto.

Pallone in gioco
Il pallone è in gioco in tutti gli altri casi, ivi compreso quando:

  • rimbalza contro un palo o la traversa della porta o una bandierina d’angolo e rimane sul rettangolo di gioco;
  • rimbalza su uno degli arbitri che si trova all’interno del rettangolo di gioco.

Una rete viene accordata quando il pallone supera interamente l’immaginaria linea di porta, tra i pali e sotto la traversa, a condizione che nessuna infrazione alle Regole del Gioco del Beach Soccer sia stata precedentemente commessa dalla squadra che ha segnato la rete.
Una rete non viene accordata se il portiere della squadra attaccante lancia o colpisce intenzionalmente il pallone con la mano o con il braccio dall’interno della propria area di rigore ed è l’ultimo calciatore a toccare o giocare il pallone. Il gioco è ripreso con una rimessa dal fondo in favore della squadra avversaria.

La squadra che ha segnato il maggior numero di reti durante una gara è la vincente.
Se le due squadre hanno segnato lo stesso numero di reti, o non ne hanno segnata alcuna, la gara termina in parità.

Quando il regolamento della competizione prevede che una gara o un’eliminatoria da disputarsi con la formula “andata e ritorno”, deve terminare con una squadra vincente, le sole procedure ammesse per determinare la vincente sono le seguenti:

  • Regola delle reti segnate in trasferta
  • Tempo supplementare
  • Tiri di rigore

In questo caso, se la gara fa parte di un campionato i punti vengono assegnati come segue:

  • Vittoria al termine del terzo periodo: tre punti per la squadra vincente.
  • Vittoria al termine del tempo supplementare: due punti per la squadra vincente.
  • Vittoria dopo i tiri di rigore: un punto per la squadra vincente.

I falli e le scorrettezze sono infrazioni alle Regole del Gioco del Beach Soccer e devono essere sanzionati come segue:

Falli

I falli sono sanzionati con un calcio di punizione o con un calcio di rigore

Falli sanzionati con un calcio di punizione

Un calcio di punizione è accordato alla squadra avversaria se un calciatore commette una delle seguenti infrazioni in un modo considerato dagli arbitri negligente, imprudente o con vigoria sproporzionata:

• Dà o tenta di dare un calcio ad un avversario
• Sgambetta un avversario
• Salta su un avversario
• Carica un avversario
• Colpisce o tenta di colpire un avversario
• Spinge un avversario
• Effettua un tackle su un avversario

Un calcio di punizione è parimenti accordato alla squadra avversaria se un calciatore commette una delle seguenti infrazioni:

• Trattiene un avversario o gli impedisce di eseguire una rovesciata o un tiro in acrobazia
• Sputa o lancia volontariamente della sabbia ad un avversario
• Tocca volontariamente il pallone con le mani (ad eccezione del portiere nella propria area di rigore).

Il calcio di punizione deve essere eseguito dal punto in cui è stata commessa l’infrazione.

Falli sanzionati con un calcio di rigore

Un calcio di rigore è accordato se una di queste dieci infrazioni è commessa da un calciatore all’interno la propria area di rigore, indipendentemente dalla posizione del pallone, purché lo stesso sia in gioco.

Un calcio di rigore è parimenti accordato se un calciatore tocca il pallone nella propria area di rigore tra la posizione in cui viene battuto un calcio di punizione e le bandierine d’angolo, durante un calcio di punizione per la squadra avversaria, prima che il pallone abbia toccato i pali, la traversa, il portiere o la sabbia.

Scorrettezze

La scorrettezza è punita con un’ammonizione o un’espulsione.

Sanzioni disciplinari

Il cartellino giallo è usato per comunicare che un calciatore titolare o di riserva è statoammonito.

Il cartellino rosso è usato per comunicare che un calciatore titolare o di riserva è stato espulso.

I calci di punizione sono effettuati secondo la seguente procedura:
· I calciatori non possono formare una barriera
· Il calciatore che subisce il fallo batte il calcio di punizione, a meno che non sia gravemente infortunato, in questo caso lo batte il suo sostituto
· Il pallone deve essere fermo al momento del tiro ed il calciatore che lo ha calciato non può toccarlo una seconda volta fino a quando il pallone non sia stato toccato da un altro calciatore
· Il tempo deve essere prolungato per permettere di battere un calcio di punizione accordato allo scadere di ogni periodo di gioco o del tempo supplementare
· Se il calcio di punizione è eseguito dalla propria area di rigore, il pallone è in gioco quando è calciato direttamente fuori dall’area di rigore
· Se su calcio di punizione viene segnata direttamente un’autorete, viene accordato un calcio d’angolo alla squadra avversaria
· Se su calcio di punizione il pallone entra direttamente nella porta avversaria, la rete è valida

Calcio di punizione dal punto immaginario del centrocampo

Un calcio di punizione è accordato alla squadra avversaria, e deve essere eseguito dal punto immaginario del centrocampo se:

  • una squadra mantiene il possesso del pallone, mentre questi è in gioco, all’interno della propria area di rigore per più di quattro (4) secondi;
  • il portiere, dopo aver giocato il pallone all’interno della sua area di rigore, dopo averlo ricevuto da un compagno, lo tocca volontariamente nuovamente con le sue mani o braccia all’interno della stessa area, dopo che un proprio compagno ha giocato il pallone con qualsiasi parte del corpo, e senza che il pallone sia stato toccato da un avversario tra i due passaggi;
  • il portiere, con il pallone in gioco, dopo essersene spossessato dalle proprie mani lo calcia al volo prima che abbia toccato la sabbia;
  • il portiere, dopo aver giocato il pallone fuori dalla propria area di rigore, torna all’interno della propria area di rigore e tocca o gioca il pallone con una qualsiasi parte del suo corpo;
  • il portiere tocca il pallone nuovamente con le sue mani nella sua area di rigore dopo essersene spossessato e senza che sia stato toccato da un altro calciatore tra i due passaggi;
  • un calciatore gioca in modo pericoloso nella propria metà campo;
  • un calciatore ostacola volontariamente la progressione di un avversario nella propria metà campo;
  • un calciatore, nella propria metà campo, commette nei confronti di un compagno di squadra una delle dieci infrazioni (con l’eccezione del tocco volontario di mano) per le quali viene accordato un calcio di rigore se commesse contro un avversario;
  • un calciatore commette qualunque altra infrazione nella propria metà campo, per la quale il gioco viene interrotto per ammonire o espellere un calciatore.

Calcio di punizione dal punto dove è stato commesso il fallo

Un calcio di punizione è accordato alla squadra avversaria, e deve essere eseguito dal punto in cui è stata commessa l’infrazione, se:

  • un calciatore gioca in modo pericoloso nella metà campo avversaria;
  • un calciatore ostacola volontariamente la progressione di un avversario nella metà campo avversaria;
  • un calciatore impedisce al portiere di spossessarsi del pallone dalle proprie mani mentre il portiere è all’interno della propria area di rigore e con il pallone in gioco;
  • un calciatore, nella metà campo avversaria, commette nei confronti di un compagno una delle dieci infrazioni (con l’eccezione del tocco volontario di mano) per le quali viene accordato un calcio di rigore se commesse contro un avversario;
  • un calciatore commette qualunque altra infrazione nella metà campo avversaria, per la quale il gioco viene interrotto per ammonire o espellere un calciatore.

Un calcio di rigore è accordato contro una squadra che commette una delle infrazioni punibili con calcio di punizione, per le quali non è previsto che sia effettuato dal punto immaginario del centrocampo, mentre il pallone è in gioco e all’interno la propria area di rigore.

Una rete può essere segnata direttamente su calcio di rigore.

La gara deve essere prolungata per consentire l’esecuzione del calcio di rigore accordato allo scadere di ciascun periodo di gioco regolamentare o del tempo supplementare.

Posizione del pallone e dei giocatori 

Il pallone è posizionato sul punto del calcio di rigore situato al centro della linea immaginaria dell’area di rigore, a 9 metri dal centro della porta.

Il calciatore che batte il calcio di rigore:
· deve essere chiaramente identificato
· è colui che ha subito il fallo, a meno che non sia gravemente infortunato, in questo caso lo esegue il calciatore che lo ha sostituito. Se il fallo non è stato commesso su un avversario, per esempio fallo di mano, qualunque calciatore titolare o di riserva della stessa squadra lo potrà eseguire.

Il portiere difendente:
· rimane sulla linea di porta, facendo fronte al calciatore incaricato del tiro, tra i pali della porta, fino a quando il pallone viene calciato, e può muoversi lateralmente.

Tutti i calciatori, tranne l’incaricato del tiro, devono posizionarsi:
· all’interno del rettangolo di gioco
· all’esterno dell’area di rigore
· dietro al pallone
· ad almeno 5 metri dal pallone

La rimessa dalla linea laterale è un modo di riprendere il gioco.
Una rimessa dalla linea laterale viene accordata alla squadra avversaria del calciatore che per ultimo ha toccato il pallone prima che questo abbia interamente superato la linea laterale, sia a terra, sia in aria o se tocca la copertura dell’impianto, se la gara è giocata al coperto. La rimessa laterale si esegue dal punto in cui il pallone ha oltrepassato la linea laterale o nel punto più vicino della linea laterale a dove il pallone ha toccato la copertura, in caso di gara giocata al coperto.
Una rete non può essere segnata direttamente su rimessa dalla linea laterale.

I calciatori avversari devono stare:
• sul rettangolo di gioco
• ad una distanza di almeno m. 5 dal punto sulla linea laterale da cui viene eseguita la rimessa laterale

Esistono due tipi di procedura:
• rimessa laterale eseguita con i piedi
• rimessa laterale eseguita con le mani

La rimessa dal fondo è un modo di riprendere il gioco.
La rimessa dal fondo viene accordata quando il pallone, dopo aver toccato per ultimo un giocatore della squadra attaccante, oltrepassa interamente la linea di porta, sia a terra, sia in aria, e non è stata segnata una rete.
Una rete non può essere segnata direttamente su rimessa dal fondo.

Il calcio d’angolo è un modo di riprendere il gioco.
Un calcio d’angolo dovrà essere accordato quando il pallone, dopo aver toccato per ultimo un giocatore della squadra difendente, oltrepassa interamente la linea di porta, sia a terra, sia in aria, e non è stata segnata una rete in conformità alla Regola 10, o quando è così determinato dalle Regole del Gioco del Beach Soccer.

Una rete può essere segnata direttamente su calcio d’angolo, ma unicamente contro la squadra avversaria.

Le reti segnate in trasferta, il tempo supplementare e i tiri di rigore sono i tre metodi approvati per determinare la squadra vincente quando le regole della competizione richiedono che ci sia una squadra vincente dopo che una gara è terminata in parità.

Reti segnate in trasferta
Il regolamento della competizione può prevedere che quando le squadre giocano una gara con andata e ritorno, se il punteggio complessivo tra le due squadre è in parità dopo la seconda gara, le reti segnate in trasferta valgono doppio.

Il tempo supplementare
Il regolamento di una competizione può prevedere che sia giocato un tempo supplementare di tre minuti. 

Tiri dal punto immaginario del rigore
Il regolamento della competizione può prevedere tiri dal punto del calcio di rigore in conformità alla seguente procedura:

· Il primo arbitro sceglie la porta verso la quale i tiri dovranno essere battuti dal punto immaginario del calcio di rigore

· Il primo arbitro procede al sorteggio mediante una moneta e la squadra il cui capitano vince il sorteggio decide se tirare il primo o il secondo rigore

· Il primo arbitro, il secondo arbitro, il terzo arbitro e il cronometrista annotano la sequenza dei tiri effettuati

· In conformità alle disposizioni di seguito menzionate le due squadre eseguono ciascuna tre tiri di rigore

· I tiri vengono eseguiti alternativamente da ciascuna squadra

· Se, prima che entrambe le squadre abbiano eseguito i loro tre tiri, una di esse segna un numero di reti che l’altra non potrebbe più realizzare terminando la serie dei tiri, non saranno eseguiti ulteriori tiri

· Se, dopo che entrambe le squadre hanno eseguito i loro tre tiri, segnando lo stesso numero di reti o senza segnarne alcuna, i tiri continuano ad essere effettuati alternativamente fino a quando una squadra segna una rete in più dell’altra, con lo stesso numero di tiri

· Tutti i calciatori titolari e di riserva hanno diritto ad eseguire i tiri di rigore

· Un portiere può essere sostituito da un qualsiasi calciatore mentre i tiri di rigore vengono effettuati, sempre che la sostituzione rispetti quanto previsto dalla Regola 4

· Ogni tiro di rigore è eseguito da un calciatore diverso e tutti i calciatori aventi diritto ad eseguire i tiri di rigore devono averne eseguito uno prima che un calciatore possa batterne un secondo

· Ogni calciatore avente diritto ad eseguire i tiri di rigore può assumere il ruolo del portiere durante l’esecuzione dei tiri di rigore, purché gli arbitri ne siano informati
ed il suo equipaggiamento sia conforme alla Regola 4

· Solo i calciatori aventi diritto ad eseguire i tiri di rigore, inclusi i portieri, gli arbitri e il terzo arbitro sono autorizzati a restare sul rettangolo di gioco durante l’esecuzione dei tiri di rigore

· Tutti i calciatori aventi diritto ad eseguire i tiri di rigore, eccetto colui che esegue il tiro e i due portieri, devono rimanere nella metà campo opposta con il terzo arbitro

· Il primo arbitro, situato sulla linea di porta alla destra dell’incaricato del tiro e dal lato opposto al secondo arbitro, controlla che il portiere difendente non commetta alcuna infrazione e decide se il pallone è entrato o no in porta

· Il secondo arbitro, posizionato in linea con il punto immaginario del calcio di rigore alla sinistra del calciatore incaricato del tiro, si assicura che il calciatore non commetta alcuna infrazione e da il segnale affinché il tiro venga effettuato; inoltre osserva la posizione dell’altro portiere che deve stare sulla linea immaginaria dell’area di rigore dal lato opposto al secondo arbitro, ad almeno 5 metri dal pallone

. Se è previsto l’assistente arbitrale di riserva, il cronometrista si posiziona davanti al tavolo del cronometrista e si assicura che i calciatori non aventi diritto al tiro e i dirigenti delle squadre si comportino regolarmente. L’assistente arbitrale di riserva assume le funzioni del cronometrista
. Il portiere della squadra che esegue il tiro deve restare all’interno del rettangolo di gioco, di fronte al secondo arbitro, sulla linea immaginaria dell’area di rigore e ad almeno 5 metri dal punto immaginario del tiro di rigore. Non deve comportarsi in modo antisportivo

. Salvo diverse disposizioni, le Regole del Gioco del Beach Soccer e le linee guida del Dipartimento Arbitri FIFA si applicano durante l’esecuzione dei tiri di rigore

. Se, quando finisce la gara, o il tempo supplementare e prima che inizi l’esecuzione dei tiri di rigore, una squadra ha un numero maggiore di calciatori, sia titolari che riserve, dell’avversaria, deve ridurre il numero in modo da eguagliare quello degli avversari e il capitano della squadra deve comunicare al primo arbitro i nominativi e i numeri di ogni calciatore escluso.

. Se una squadra deve ridurre il numero dei propri calciatori per eguagliarlo a quello della squadra avversaria, essa può escludere i portieri dai calciatori incaricati di eseguire i tiri di rigore

. Un portiere escluso dall’esecuzione dei tiri di rigore al fine di eguagliare il numero dei calciatori della propria squadra a quello della squadra avversaria, e che si trova quindi nella propria area tecnica, può sostituire il portiere titolare della sua squadra in ogni momento

. Prima dell’inizio dei tiri di rigore, l’arbitro deve assicurarsi che lo stesso numero di calciatori per squadra, aventi diritto ad eseguire i tiri di rigore, sia nella metà campo opposta a quella in cui vengono eseguiti i tiri di rigore.